Perchè scegliere una guida?

Aggiornamento: apr 14

Quali sono i vantaggi dell'affidarsi ad una guida turistica?


Per tant3 di voi, chiedere l'aiuto di una guida e affidarsi all'esperienza di un'altra persona, durante il proprio viaggio, è un aspetto che viene poco considerato.

In questo articolo scoprirete qual'è il ruolo di una guida turistica e alcune delle circostanze in cui può essere un validissimo supporto e punto di riferimento.


Fino a qualche anno fa, anche io ero convinta che il viaggio si devesse organizzare in autonomia e che avessi bisogno di tempo per riuscire a programmare tutto nel dettaglio,

ma mi sono presto dovuta ricredere!


Ragazza con valigia all'aeroporto.

Spesso mi accadeva che, sebbene mi fossi preparata da casa, una volta arrivata alla meta iniziavo a collezionare imprevisti: “Certo, fa parte del gioco, ed è il bello del viaggio”, mi dicevo.


Ma quando il tempo a mia disposizione era poco e l'interazione con la mia destinazione ridotta, rientravo a casa con troppe curiosità e ancora con sete di conoscenza.


Per non parlare poi della visita ai Musei. Per quanto mi impegnassi e mi informassi sulle collezioni che avrei visto, alcune visite risultavano troppo dispersive, mi lasciavano esausta e con il timore di aver perso qualche opera importante. È capitato anche a voi?


Studio di una mappa in un caffè, si programma il percorso di viaggio.

Quando ho iniziato a specializzarmi per diventare io stessa una guida e con le prime esperienze lavorative, non avevo più tanto tempo da dedicare ai viaggi di piacere.

Ho iniziato quindi ad affidarmi all'esperienza delle guide turistiche in giro per il mondo e mi sono resa conto di quanto fosse importante questo lavoro e, grazie alla risposta delle persone che ho avuto il piacere di accompagnare, ho capito quanto la mia professione mi inorgoglisse.


La guida diventa un riferimento importantissimo e ci accompagna in maniera empatica e discreta, svelandoci le città e i paesaggi senza sbagliare strada :) e ottimizzando i percorsi e il tempo a nostra disposizione.

Ci rivela segreti altrimenti impossibili da carpire in breve tempo, raccontandoci la storia e aiutandoci a leggere ciò che ci si presenta davanti con un linguaggio accessibile a tutti.


Una guida può essere un riferimento per chi è alle prime esperienze di viaggio e, in maniera coraggiosa, affronta i propri timori, può essere un ottimo supporto se viaggiate da sol3 o con bambin3 e può diventare un grandissimo sostegno per chi pensa di non avere più l’età per continuare o iniziare a viaggiare.


Una buona guida si entusiasma per le domande curiose, per gli sguardi interessati e attenti anche dell'adolescente all'apparenza più distaccatǝ e si scioglie nel vedere gli occhi sgranati dei bambin3 completamente immers3 nella storia che gli si racconta.


Il viaggio in autonomia rimarrà sempre un'esperienza meravigliosa ed emozionante, ma anche affidarsi all’esperienza di guide preparate che amano il proprio lavoro, non è male.

Rivolgendovi alle guide, oltre ad ottimizzare il vostro tempo, a veder soddisfatta la vostra sete di conoscenza e le vostre curiosità, correte il rischio di trovare delle buone amiche e dei buoni amici in giro per il mondo :)







17 visualizzazioni0 commenti